Mercato ancora “dollaro-centrico” | Investing.com

da Giuseppe
0 commento

Il dollaro USA ha firmato un’enorme inversione intraday durante la sessione di negoziazione di lunedì. L’azione dei prezzi è diminuita di un notevole -0,4% come misurato dall’ampio indice del dollaro USA all’inizio, ma dopo il rilascio di un impressionante rapporto PMI statunitense, il biglietto verde ha successivamente organizzato un rally strabiliante per concludere la giornata con un rialzo di circa lo 0,2% a conti fatti. L’afflusso della forza del dollaro USA sembra anche coincidere con un rimbalzo da un livello di supporto tecnico critico mentre i rialzisti continuano a difendere la maniglia 92,00 sull’indice DXY.

Uno sguardo d’insieme all’indice del dollaro USA utilizzando candelabri mensili mette a fuoco una linea di tendenza rialzista di vecchia data estesa fino ai minimi oscillanti di maggio 2011 e maggio 2014. La pressione di vendita dell’ dall’altalena di marzo 2020 rimane un tema prevalente, ma i tori del dollaro USA hanno mantenuto la loro posizione e hanno mantenuto il biglietto verde in gran parte a galla in questa zona tecnica chiave.

Volendo approfondire il punto di vista tecnico, questa potenziale area di galleggiamento è evidenziata anche dal ritracciamento di Fibonacci del 38,2% del suo intervallo di negoziazione da maggio 2011 a gennaio 2017. Una rottura netta al di sotto di questo livello di supporto intorno al segno di 92,00 potrebbe aprire la porta a un ulteriore ribasso del dollaro USA, forse verso i minimi oscillanti del 2018. Tuttavia, sembra più probabile che l’indice del dollaro USA possa continuare lungo la sua turbolenta deriva laterale con la media mobile semplice a 50 giorni vicino al prezzo di 93,30 che si distingue come potenziale livello di resistenza. 

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.




Fonte

Related Articles

Lascia un Commento