Toniche le borse europee nel giorno della BCE

da Giuseppe
0 commento

(Teleborsa) – Bilancio positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente. I fari del mercato sono tutti puntati sull’ultima riunione dell’anno della BCE, in calendario oggi, giovedì 10 dicembre, che potrebbe mettere in campo nuove armi a supporto dell’economia europea. Gli addetti ai lavori, infatti, si attendono un ampliamento della potenza di fuoco del Quantitative Easing (QE) e della sua durata.

Sul mercato valutario, stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,21. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,46%. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,77%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +114 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,52%.

Tra le principali Borse europee ferma Francoforte, che segna un quasi nulla di fatto, composta Londra, che cresce di un modesto +0,61%. Performance modesta per Parigi, che mostra un moderato rialzo dello 0,41%. Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,39%; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 23.986 punti.

Buona la performance a Milano dei comparti alimentare (+1,53%), immobiliare (+0,93%) e materie prime (+0,90%).

Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti tecnologia (-1,19%) e viaggi e intrattenimento (-0,83%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, buona performance per Prysmian, che cresce dell’1,98%.

Sostenuta Snam, con un discreto guadagno dell’1,66%.

Buoni spunti su Campari, che mostra un ampio vantaggio dell’1,63%.

Ben impostata Intesa Sanpaolo, che mostra un incremento dell’1,08%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su STMicroelectronics, che prosegue le contrattazioni a -1,37%.

Si concentrano le vendite su Leonardo, che soffre un calo dell’1,07%.

Fiacca Pirelli, che mostra un piccolo decremento dello 0,99%.

Discesa modesta per Banca Mediolanum, che cede un piccolo -0,89%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Mutuionline (+2,44%), Enav (+1,91%), Carel Industries (+1,48%) e Avio (+1,25%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Saras, che prosegue le contrattazioni a -1,98%.

Vendite su Sanlorenzo, che registra un ribasso dell’1,27%.

Seduta negativa per Tod’s, che mostra una perdita dell’1,13%.

Sotto pressione Autogrill, che accusa un calo dell’1,07%.




Fonte

Related Articles

Lascia un Commento