FED: le ultime scelte nel segno della “colomba”

da Giuseppe
0 commento

I funzionari della Federal Reserve mercoledì hanno dato gli ultimi ritocchi agli sforzi in corso, per chiarire i loro piani per sostenere l’economia più a lungo di quanto hanno fatto dopo le precedenti flessioni, concludendo uno degli anni più attivi nella storia della banca centrale. 

I funzionari della Fed hanno tagliato il tasso di interesse a breve termine quasi a zero a marzo, mentre la pandemia di coronavirus ha sconvolto i mercati finanziari e l’economia. Hanno inoltre lanciato una serie di programmi di prestito di emergenza e avviato acquisti su larga scala di debito pubblico e titoli ipotecari.

La Fed ha acquistato $ 80 miliardi in Treasury e $ 40 miliardi in obbligazioni ipotecarie al mese da giugno, impegnandosi a mantenere tali acquisti “nei prossimi mesi”. Ieri, la banca centrale ha dichiarato che tali acquisti continueranno “fino a quando non saranno stati compiuti ulteriori progressi sostanziali” verso obiettivi più ampi in termini di occupazione e inflazione. I funzionari non si aspettano di raggiungere questi obiettivi nei prossimi anni, secondo le proiezioni rilasciate mercoledì. 

“Insieme, queste misure garantiranno che la politica monetaria continuerà a fornire un potente sostegno all’economia fino al completamento della ripresa”, ha detto il presidente della Fed Jerome Powell in una conferenza stampa dopo la riunione di mercoledì. Le proiezioni mostrano che la maggior parte dei funzionari possano mantenere i tassi a breve termine vicini allo zero per almeno altri tre anni, nonostante una prospettiva economica un po’ più ottimistica rispetto a settembre, prima che i produttori di farmaci avessero sviluppato vaccini Covid-19 altamente efficaci.

Molti funzionari hanno previsto che saranno necessari tassi così bassi anche con l’inflazione al target del 2% e la disoccupazione al di sotto del 4% entro la fine del 2023. Queste proiezioni riflettono un cambiamento nel quadro della banca centrale adottato quest’estate che aveva richiesto una visione più “
“rilassata” verso l’inflazione. 

“Non sarà facile che l’inflazione salga”, ha detto Powell. “Siamo onesti con noi stessi. Anche con l’elevato livello di accomodamento che stiamo fornendo … ci vorrà del tempo.” Con i tassi di interesse fissati vicino allo zero, gli acquisti di asset sono diventati la leva principale con cui i funzionari possono aumentare o diminuire il loro stimolo. 
 
I vaccini consentono alla Fed “di guardare attraverso la debolezza a breve termine, per quanto grave sia, rispetto a dove sarà l’economia tra sei mesi – e questo è ciò che è rilevante per la loro decisione”, ha detto Lewis Alexander, capo economista statunitense di Nomura Securities.

Infine, i colloqui al Senato hanno creato ottimismo sul fatto che il Congresso possa approvare un pacchetto legislativo di soccorso contro il coronavirus di circa $ 900 miliardi entro la fine dell’anno. 




Fonte

Related Articles

Lascia un Commento