Mercati europei positivi puntano su vaccini e aiuti USA

da Giuseppe
0 commento

(Teleborsa) – Si muovono in territorio positivo i principali mercati di Eurolandia. Sulla stessa scia rialzista il FTSE MIB, in attesa della partenza di Wall Street. A sostenere il sentiment degli investitori contribuiscono le parole del presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, che ha appena annunciato il via alle vaccinazione UE anti Covid a partire dal 27 dicembre.

Sul mercato valutario, seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,224. L’Oro, in aumento (+0,76%), raggiunge 1.878,4 dollari l’oncia. Lieve aumento del petrolio (Light Sweet Crude Oil) che sale a 47,97 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +106 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,48%.

Tra i mercati del Vecchio Continente denaro su Francoforte, che registra un rialzo dello 0,81%, senza slancio Londra, che negozia con un -0,01%. Sostanzialmente tonico Parigi, che registra una plusvalenza dello 0,41%. Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 22.105 punti, proseguendo la serie positiva iniziata lunedì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 24.059 punti.

Guadagni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,38%); sulla stessa linea, in moderato rialzo il FTSE Italia Star (+0,39%).

In luce sul listino milanese i comparti vendite al dettaglio (+1,99%), chimico (+1,67%) e utility (+1,07%).

Il settore viaggi e intrattenimento, con il suo -0,67%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Pirelli (+4,16%), Hera (+1,91%), Banca Mediolanum (+1,83%) e Banca Generali (+1,48%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Mediobanca, che continua la seduta con -0,98%.

Sottotono Telecom Italia che mostra una limatura dello 0,90%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Anima Holding (+6,46%), FILA (+3,47%), GVS (+1,94%) e SOL (+1,87%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Fincantieri, che prosegue le contrattazioni a -5,18%.

Soffre Tod’s, che evidenzia una perdita dell’1,30%.

Preda dei venditori Cattolica Assicurazioni, con un decremento dell’1,29%.

Deludente Danieli, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.




Fonte

Related Articles

Lascia un Commento