sospensione o ritiro della patente?

da Giuseppe
0 commento

Cosa succede se si effettua un sorpasso con linea continua? Si rischia la sospensione o il ritiro della patente? Tutte le casistiche possibili

L’articolo 40 comma 3 del Codice della Strada impone l’invalicabilità delle strisce longitudinali continue che delimitano la corsia di marcia o la carreggiata. Di conseguenza il sorpasso su linea continua è assolutamente vietato, tenendo comunque presente che il divieto non riguarda il sorpasso in sé ma l’oltrepassamento della linea. Resta adesso da capire quale sia la sanzione: semplice multa con o senza decurtazione punti, sospensione della patente o addirittura ritiro?


SORPASSO CON LINEA CONTINUA: LA NORMATIVA

La materia riguardante il sorpasso è molto complessa essendo una delle manovre più delicate e pericolose della circolazione stradale. E infatti gli articoli del Codice della Strada che direttamente o indirettamente regolamentano il sorpasso sono ben più di uno. Non soltanto il già citato art. 40 che comunque stabilisce un principio fondamentale disponendo l’invalicabilità della striscia continua, ma anche gli articoli 6, 7, 143, 146 e 148, ognuno dei quali considera diverse casistiche in base alle situazioni e alla gravità. Riepilogando:

– Nella circolazione fuori e dentro i centri abitati l’ente proprietario della strada può stabilire obblighi, divieti e limitazioni di carattere temporaneo o permanente per ciascuna strada o tratto di essa (compreso il segnale di divieto di sorpasso), o per determinate categorie di utenti (art. 6 comma 4 lettera b e art. 7 comma 1 lettera a).

– Le strisce longitudinali possono essere continue o discontinue. Le continue, ad eccezione di quelle che delimitano le corsie di emergenza, indicano il limite invalicabile di una corsia di marcia o della carreggiata; le discontinue delimitano le corsie di marcia o la carreggiata. Una striscia longitudinale continua può affiancarne un’altra discontinua; in tal caso esse indicano ai conducenti, marcianti alla destra di quella discontinua, la possibilità di oltrepassarle. Le strisce longitudinali continue non devono essere oltrepassate, tranne che dalla parte dove è eventualmente affiancata una discontinua (art. 40 commi 3, 4 e 8).

– È vietato circolare contromano, e tra poco spiegheremo perché questa disposizione c’entra con il sorpasso striscia continua (art. 143 commi 11 e 12).

– Gli utenti della strada hanno l’obbligo di osservare i comportamenti indicati dalla segnaletica stradale o dagli agenti del traffico (art. 146 comma 2).

– Il conducente che intende sorpassare deve preventivamente accertarsi che la manovra possa compiersi senza costituire pericolo o intralcio. È vietato il sorpasso in prossimità o in corrispondenza delle curve o dei dossi e in ogni altro caso di scarsa visibilità; in tali casi il sorpasso è consentito solo quando la strada è a due carreggiate separate o a carreggiata a senso unico o con almeno due corsie con lo stesso senso di marcia e vi sia tracciata apposita segnaletica orizzontale. È vietato inoltre il sorpasso in prossimità o in corrispondenza delle intersezioni, con alcune eccezioni, o dei passaggi a livello senza barriere (art. 148 commi 2, 10, 12 e 13).

SORPASSO STRISCIA CONTINUA: SANZIONI

Alla luce delle suddette norme, in caso di sorpasso su striscia continua il CdS applica le seguenti sanzioni, che sono cumulabili tra loro (l’accumulo delle sanzioni dipende spesso dall’interpretazione di ciascun agente accertatore).

– Chi sorpassa oltrepassando la linea continua è soggetto alla sanzione alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 42 a 173 euro e la perdita di 2 punti patente (art. 146 comma 2), ma in presenza del segnale di divieto di sorpasso si rischia di accumulare una multa da 87 a 345 euro (se l’infrazione è commessa fuori dai centri abitati, art. 6) o da 42 a 173 euro (se commessa nei centri abitati, art. 7).

Se l’organo accertatore riscontra l’inosservanza delle condizioni di sicurezza per il sorpasso (art. 148 comma 2) può inoltre applicare una multa da 83 a 333 e la perdita di 3 punti patente. Se il sorpasso con linea continua avviene in prossimità o in corrispondenza di curve o dossi (art. 148 comma 10) oppure di intersezioni (art. 148 comma 12) la faccenda si fa più seria e la sanzione prevede il pagamento di una somma da 167 a 666 euro + sospensione della patente da 1 a 3 mesi e perdita di 10 punti.

SORPASSO LINEA CONTINUA: SI RISCHIA ANCHE LA SANZIONE PER GUIDA CONTROMANO

Avevamo anticipato nei casi di sorpasso su linea continua può configurarsi anche la guida contromano e in effetti è così. Lo ha confermato la Corte di Cassazione con una recente sentenza (n. 18493/2020) secondo cui il conducente che supera un’altra vettura attraversando la striscia continua e occupando la corsia di sinistra destinata al senso opposto, sta commettendo una doppia infrazione con una sola manovra. Violando in contemporanea sia l’art. 146 comma 2 (non avendo osservato l’indicazione della segnaletica orizzontale della striscia longitudinale continua che vieta il sorpasso in quel tratto di strada) che l’art. 143 comma 11 (avendo invaso la corsia riservata al senso opposto in un tratto dove non poteva farlo, ponendosi pertanto in contromano).

La guida contromano comporta una multa da 167 a 666 euro e 4 punti patente, ma se viene effettuata in corrispondenza di curve, raccordi convessi o in ogni altro caso di limitata visibilità la forbice aumenta a 328 – 1.311 euro più 10 punti patente e sospensione della patente da 1 a 3 mesi.


Fonte

Related Articles

Lascia un Commento