Comune azzera il canone per gli operatori

da Giuseppe
0 commento

Il car sharing a Roma si allinea a molte capitali d’Europa: canone gratis, parcheggi riservati e periferie più coperte

Buone notizie per gli operatori di car sharing a Roma con l’annuncio del Comune di azzerare il canone annuale. Tutti gli operatori infatti erano tenuti a pagare al Comune una quota fissa per ogni auto in car sharing che circola nei confini. Una novità che non ha niente a che vedere con l’emergenza Coronavirus, che come si può immaginare ha provocato un crollo della domanda. Ecco cosa cambia con il car sharing Roma che si adegua all’Europa.


CAR SHARING ROMA: COMUNE CANCELLA LA TASSA AUTO

Gli operatori del car sharing a Roma non dovranno più pagare il canone annuale dovuto all’amministrazione per lo svolgimento del servizio sul territorio capitolino. Il provvedimento annunciato anche dal Comune di Roma è stato approvato dalla Giunta Capitolina e modifica le precedenti linee guida sul car sharing. La novità più rilevante è l’abbattimento del canone car sharing dal 2020 in poi. “Grazie a questo provvedimento consolidiamo il rapporto di collaborazione con gli operatori di car sharing – dichiara la sindaca Virginia Raggiper garantire la sostenibilità di questi servizi e assicurarne lo sviluppo anche in futuro. Diamo così una spinta concreta alla mobilità condivisa per la nostra città, anche alla luce delle necessità emerse nel corso dell’attuale emergenza sanitaria”.

CANONE CAR SHARING ROMA: FINO A 1200 EURO L’ANNO

L’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio commenta così il provvedimento del Comune a favore del car sharing a Roma. “Questo provvedimento rappresenta un esempio tangibile di efficace collaborazione tra enti locali ed operatori privati che auspichiamo possa presto essere replicato da altri Comuni” afferma Massimiliano Archiapatti, Presidente ANIASA. Secondo i dati ANIASA il car sharing in Italia ha subito un crollo del -60% rispetto al 2019. Per ogni auto in car sharing che circola sul territorio comunale gli operatori erano tenuti a pagare un canone fino a 1200 euro l’anno (con accesso alle ZTL e parcheggio nelle strisce blu), a prescindere dalla domanda.

CAR SHARING ROMA: ALTRE NOVITA’ DAL 2020

Oltre all’azzeramento del canone, la modifica alle linee guida del car sharing Roma, prevede una serie più ampia di interventi per stimolare una mobilità condivisa e sostenibile. Tra i principali la realizzazione di parcheggi car sharing riservati. Ma anche incentivare l’uso del car sharing al posto dell’auto privata nelle aree più periferiche, promette l’assessore alla mobilità di Roma.


Fonte

Related Articles

Lascia un Commento