Pagamenti, rivoluzione TIPS è già iniziata

da Giuseppe
0 commento

(Teleborsa) – In cooperazione con la Banca centrale europea sono in corso sperimentazioni per valutare il potenziale di TIPS, il sistema europeo per il regolamento dei pagamenti istantanei, come possibile soluzione tecnica per l’introduzione di un euro digitale”. E’ quanto afferma il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco nella sua introduzione alla nuova collana di pubblicazioni dell’Istituto centrale “Mercati, infrastrutture, sistemi di pagamento” che raccoglierà contributi informativi, di analisi e di ricerca della Banca d’Italia sugli sviluppi nel campo degli strumenti, delle infrastrutture di pagamento, dei mercati finanziari.

Nel primo numero, dedicato a “Il sistema europeo per il regolamento dei pagamenti istantanei” di Massimiliano Renzetti, Serena Bernardini, Giuseppe Marino, Luca Mibelli, Laura Ricciardi e Giovanni M. Sabelli, sottolinea il governatore si illustra così “l’architettura e il funzionamento della piattaforma sviluppata dalla Banca d’Italia, per conto dell’Eurosistema, per permettere ai cittadini e alle imprese di effettuare rapidamente pagamenti in tutta l’area dell’euro e, in prospettiva, anche al di fuori di essa”. Il Governatore ricorda come “i punti di forza dell’infrastruttura risiedono nella sua capacità di elaborare, grazie a un disegno tecnologico di avanguardia, milioni di transazioni al giorno, in pochi secondi per ogni operazione, con un’operatività ininterrotta nel corso dell’anno e con un bassissimo impatto ambientale”.

“Guardando a TIPS, guardiamo al futuro e lo facciamo con orgoglio, perchè come Banca d’Italia siamo stati tra i protagonisti dello sviluppo di questi strumenti. Questo ultimo nato ha un grande futuro e per questo è l’argomento della prima pubblicazione della nuova collana scientifica”, sottolinea Piero Cipollone vice direttore generale della Banca d’Italia. “Iniziamo da TIPS perchè è al centro di una rivoluzione, che punta a rendere i pagamenti istantanei come il new normal, il futuro. TIPS permette adesso di pagare in maniera istantanea da una parte all’altra dell’Ue in assoluta sicurezza con moneta di banca centrale a differenza degli altri sistemi esistenti che trattano moneta di banca commerciale o lavorano solo a livello locale – ha spiegato Cipollone nel corso della presentazione virtuale – TIPS, invece, è un’infrastruttura paneuropea. I pagamenti istantanei stanno crescendo tantissimo, inoltre stiamo ragionando su come usare i pagamenti crossborder oltre l’area euro ottenendo il pagamento nella propria valuta, un enorme miglioramento per tutti gli scambi tra residenti con valute diverse come per esempio con la Svezia”.

Una rivoluzione già iniziata – Il numero dei pagamenti regolati mensilmente con il sistema di pagamento istantaneo in Europa, il TIPS, è in costante aumento. A settembre 2020 i pagamenti TIPS hanno raggiunto i 43.303 con un controvalore di 52 milioni di euro. Il numero massimo giornaliero di pagamenti istantanei regolati in TIPS a partire dal go-live è stato pari a 3.803 ed è stato registrato a inizio agosto. Il massimo controvalore giornaliero regolato in TIPS a partire dal go-live e’ stato pari a circa 3,5 milioni di euro ed e’ stato registrato a fine settembre”.

E’ probabile che il volume dei pagamenti regolati in TIPS aumenterà in misura marcata già nell’arco del prossimo biennio. La Banca d’Italia – si legge – continuerà a seguire da vicino l’evoluzione del panorama dei sistemi di pagamento istantanei in Europa e mettera’ in campo tutte le risorse umane e tecniche necessarie a far sì che TIPS, come auspicato anche dalla Banca Centrale Europea, giochi un ruolo centrale nella realizzazione di una soluzione di pagamento unica per cittadini e aziende a livello europeo”.




Fonte

Related Articles

Lascia un Commento