FED: alla ricerca di segnali dalle parole di J. Powell

da Giuseppe
0 commento

Le azioni sono scese di nuovo martedì mentre le azioni tecnologiche hanno continuato a scendere bruscamente a fronte di tassi di interesse più elevati e di una rotazione verso azioni più legate al ritorno economico.

Dei tre principali indici, il ha subito la peggiore delle perdite e ha aperto in ribasso del 2%. L’ è sceso dello 0,75%, mentre il Average ha perso 90 punti.
Il movimento dei futures arriva dopo una sessione di lunedì segnata da forti differenze nella performance dei settori del mercato. Il Nasdaq Composite ad alto contenuto tecnologico è scivolato del 2,5%, mentre il Dow è salito di 27 punti modesti. Le azioni di viaggio, comprese le compagnie aeree e le compagnie di crociera, sono aumentate notevolmente su tutta la linea, ma Apple (NASDAQ:) e Tesla (NASDAQ:) sono diminuite.

L’S&P 500 è scivolato dello 0,7% per la sua quinta sessione consecutiva negativa. Il calo è avvenuto quando i rendimenti del Tesoro statunitense sono aumentati di nuovo, riflettendo un calo del prezzo delle obbligazioni.
Tesla è scesa di un altro 6% nel trading premarket martedì dopo un calo del 9% lunedì. Apple ha perso il 2% nelle prime negoziazioni dopo un calo del 3% lunedì. Le azioni del produttore di iPhone sono diminuite del 9,4% nell’ultimo mese fino alla chiusura di lunedì.

Il rendimento del Tesoro a 10 anni è salito martedì a circa l’1,37%. Finora questo mese, il tasso di riferimento è aumentato di 28 punti base. Lunedì il rendimento a 30 anni ha toccato il massimo di un anno del 2,2%. Un punto base è 0,01%.

“Più i rendimenti del Tesoro aumentano, più rapidamente gli investitori si spostano dai titoli tecnologici ad alta quota verso i titoli dell’indice e del Dow Jones Industrial Average”, ha affermato in una nota l’analista di mercato senior di OANDA Edward Moya.

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.




Fonte

Related Articles

Lascia un Commento