La settimana entra nel vivo e l’equity accelera al rialzo

da Giuseppe
0 commento

I mercati finanziari, in quest’ultimo periodo, sono oggetto di parecchio rumore. Anche la settimana in corso, giunta al giro di boa, evidenzia oscillazioni pronunciate tra le speranze di ripresa globale e le paure di bolle patrimoniali. La questione obbligazioni statunitensi ha introdotto un’azione di prezzo bidirezionale, ovvero ha avuto ripercussioni tanto sull’andamento del dollaro USA quanto sull’andamento dell’equity. Probabilmente saranno movimenti ai quali dovremo abituarci fin tanto che i mercati impareranno a convivere con la prospettiva di tassi di interesse più elevati e curve dei rendimenti più ripide.

Le banche centrali hanno risposto immediatamente lanciando segnali ulteriormente espansivi, concentrandosi giustamente sulla fragilità dell’occupazione a causa della pandemia e conseguentemente sugli eventuali intoppi che potrebbero ostacolare temporaneamente la ripresa economica globale. Dobbiamo considerare che l’occupazione globale è sostenuta dalle varie politiche fiscali, sia nei paesi che possono permetterselo sia in alcuni che non possono. In Asia, compresa la Cina, la domanda interna rimane cauta nonostante il boom del settore manifatturiero e delle esportazioni. Cina che ovviamente avrà dei limiti sulla ripresa finché i confini internazionali resteranno chiusi.

Se qualcuno si sta chiedendo cos’è che ha pilotato la discesa dell’equity in chiusura di ieri, ecco la risposta: il principale regolatore bancario cinese, Guo Shuqing, ha espresso preoccupazioni per le bolle nelle proprietà cinesi e nei mercati azionari statunitensi ed europei.

Commenti che, va detto, sono stati rapidamente accantonati tant’è che le azioni asiatiche e i futures sugli indici statunitensi hanno ripreso subito vigore. Una mano è arrivata sicuramente dall’impressionante dato del PIL australiano.

I timori sull’inflazione sono temporaneamente diminuiti dopo che la lettura flash dell’Eurozona ha evidenziato un calo.

Per quanto riguarda il calendario macro economico, attenzione perché a partire da oggi avremo l’ADP negli Stati Uniti, l’indagine ISM e le buste paga non agricole. Secondo molti analisti potrebbero esserci parecchie sorprese al rialzo.

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.




Fonte

Related Articles

Lascia un Commento