Si può essere multati con il foglio rosa?

da Giuseppe
0 commento

In caso di violazione di una norma stradale, si può essere multati con il foglio rosa? E cosa succede con la decurtazione dei punti o la sospensione?

In vista della prova pratica per il conseguimento della patente e dopo aver superato l’esame di teoria, i candidati possono esercitarsi alla guida del veicolo, rispettando determinati requisiti. Ma si può essere multati con il foglio rosa, ossia il nome in gergo del documento che autorizza alla guida? Non si esclude infatti che il giovane automobilista, non ancora patentato, possa commettere qualche infrazione per inesperienza o per sventatezza. Cosa succede in questi casi?


CHE COS’È IL FOGLIO ROSA?

Disciplinato dall’articolo 122 del Codice della Strada, il foglio rosa è l’autorizzazione che consente all’aspirante patentato di esercitarsi alla guida del veicolo per cui ha richiesto la patente (la B per le auto), purché al suo fianco si trovi, in funzione di istruttore, una persona di età non superiore a 65 anni e munita di patente valida per la stessa categoria o superiore, conseguita da almeno 10 anni. Il foglio rosa ha una validità di 6 mesi durante i quali l’interessato ha al massimo due tentativi per superare la prova pratica. Tuttavia in caso di doppia bocciatura può richiedere un secondo arco di validità del foglio rosa, al termine del quale, se non è ancora riuscito a superare la prova pratica, deve ricominciare tutto daccapo ripetendo pure l’esame di teoria.

LIMITI PER CHI GUIDA CON IL FOGLIO ROSA

Quando si guida con il foglio rosa si è tenuti a rispettare gli stessi limiti di velocità e di potenza dei neopatentati: non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t, e una potenza massima superiore a 70 kW. Inoltre non è consentito superare il limite di 100 km/h in autostrada e di 90 km/h sulle strade extraurbane principali. Importante: sul veicolo di chi si esercita alla guida va posto obbligatoriamente, sia davanti che dietro, il contrassegno con la lettera P (o ‘scuola guida’ se l’esercitazione si svolge a bordo di una vettura di un’autoscuola) che sta per ‘principiante’. Il Codice della Strada non vieta al praticante di trasportare altri passeggeri (seduti rigorosamente sui sedili posteriori), a parte ovviamente l’istruttore o l’accompagnatore/tutor che dev’esserci per forza a fianco del conducente.

SI PUÒ ESSERE MULTATI CON IL FOGLIO ROSA?

E torniamo adesso alla nostra domanda iniziale: si può essere multati con il foglio rosa? La risposta non può essere che sì: quando si guida con il foglio rosa si soggiace alle stesse regole che disciplinano la condotta dei conducenti regolarmente patentati, per cui in caso di violazione di una o più norme del codice stradale scatta l’inevitabile sanzione. Anzi, per certe infrazioni l’importo della multa aumenta da un terzo alla metà, esattamente come per i neopatentati.

FOGLIO ROSA: PERDITA DEI PUNTI E SOSPENSIONE PATENTE

Naturalmente chi si esercita alla guida può essere multato ma non può subire la detrazione dei punti dalla patente né la sospensione della patente stessa, essendo ancora sprovvisto del documento. Lo conferma la sentenza della Cassazione n. 47589/2017: “Non può essere applicata la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida, per gli illeciti posti in essere con violazione delle norme sulla circolazione stradale, a chi li abbia commessi […] con il foglio rosa, anche se successivamente la patente è stata conseguita”. La sanzione della sospensione della patente, infatti, può intervenire solo se l’illecito è stato commesso da chi era in possesso della patente al momento della commissione del fatto, e il foglio rosa non può ritenersi equivalente alla patente.

Ad esempio chi viola con il foglio rosa una norma che prevede la decurtazione dei punti ma riceve la notifica della sanzione (perché accertata con l’autovelox) solo dopo qualche settimana, e nel frattempo ha conseguito la patente, non può subire la detrazione perché la violazione risulta commessa prima di ottenere l’abilitazione a guidare. La circostanza è facilmente dimostrabile mostrando la data del rilascio della patente visibile sul documento stesso.

FOGLIO ROSA: ALTRE SANZIONI

Ai sensi dei commi 7, 8 e 9 dell’art. 122 del Codice della Strada, chi si esercita alla guida senza il foglio rosa ma avendo a fianco l’istruttore o l’accompagnatore è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 430 a 1.731 euro. La stessa sanzione si applica alla persona che funge da istruttore. Il medesimo importo è previsto anche per chi guida con il foglio rosa ma senza avere a fianco l’accompagnatore, in questo caso con l’aggiunta della sanzione accessoria del fermo amministrativo del veicolo per tre mesi. Infine chi si esercita senza apporre sul veicolo la lettera P è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 87 a 344 euro.


Fonte

Related Articles

Lascia un Commento