Mercati odierni: navigazione a vista!

da Giuseppe
0 commento

Gli ordini di beni manufatti di lunga durata sono diminuiti a febbraio mentre le fabbriche statunitensi hanno affrontato sfide della catena di approvvigionamento.

I nuovi ordini di beni durevoli – prodotti progettati per durare almeno tre anni, come computer e macchinari – sono diminuiti dell’1,1% a 254 miliardi di dollari destagionalizzati a febbraio rispetto a gennaio, ha detto mercoledì il Dipartimento del Commercio.

I nove mesi precedenti avevano registrato guadagni, dopo i bruschi cali di marzo e aprile all’inizio della pandemia. Gli economisti intervistati dal Wall Street Journal si aspettavano un guadagno dello 0,4%, dopo un aumento del 3,5% rivisto al rialzo nel mese precedente. I nuovi ordini per beni strumentali non difensivi esclusi gli aerei – i cosiddetti ordini di beni capitali di base, un indicatore attentamente monitorato per gli investimenti aziendali – sono diminuiti dello 0,8% a febbraio rispetto al mese precedente, a $ 72,5 miliardi. Era in calo rispetto a un guadagno dello 0,6% del mese precedente.

Lo Stoxx 600 paneuropeo è sceso dello 0,2% all’inizio degli scambi, con le azioni di petrolio e gas in calo dell’1,4% a fronte di perdite mentre le utility hanno guadagnato lo 0,7%. Il focus principale per i mercati europei giovedì sarà un incontro virtuale tra i leader dell’UE per discutere la preoccupante situazione epidemiologica in Europa e il lento lancio del vaccino.

In cima all’agenda ci sono possibili freni alle esportazioni di vaccini dal blocco, una mossa che potrebbe avere un impatto più duro sul vicino Regno Unito e potrebbe bloccare il suo programma di immunizzazione finora riuscito.
L’UE e il Regno Unito hanno cercato di allentare le tensioni sulle esportazioni di vaccini nelle ultime 24 ore, affermando mercoledì che vogliono trovare una soluzione “vantaggiosa per tutti” e aumentare le forniture in tutto il continente.

Le azioni di AstraZeneca saranno guardate anche giovedì dopo che il produttore anglo-svedese ha riportato un tasso di efficacia inferiore del suo vaccino Covid (rivedendolo fino al 76% dal 79%) dopo aver inviato i dati aggiornati alle autorità di regolamentazione della salute degli Stati Uniti. La mossa ha seguito le critiche di un comitato di monitoraggio indipendente secondo cui la sua precedente divulgazione dell’efficacia del 79% era basata su informazioni obsolete. Le azioni di AstraZeneca sono aumentate dello 0,6% nei primi scambi.

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.




Fonte

Related Articles

Lascia un Commento