Ford raddoppia sull’elettrico e si allea con la coreana SK per le batterie

da Giuseppe
0 commento

Sale a 22 miliardi il totale degli investimenti che la Casa dell’Ovale farà sui veicoli elettrici. Presentato il pick-up F-150 Lightning, sarà il cavallo di battaglia nella competizione con il Cybertruck di Tesla (NASDAQ:) e con l’Hummer EV di GM. Il Ceo Farley: guadagneremo con ogni singolo modello venduto

La joint venture BlueOvalSK produrrà ogni anno batterie per 60 Gwh.

Ford (NYSE:), il secondo produttore americano di auto, ha annunciato una drastica accelerazione verso la produzione di auto elettriche con il raddoppio a 22 miliardi di dollari degli investimenti dedicati allo sviluppo della tecnologia degli EV (Electric Vehicle). Mercoledì 19 maggio, con la benedizione del presidente Joe Biden in visita nella fabbrica di Dearborn, nel Michigan, il Ceo Jim Farley ha presentato la versione solo elettrica del famoso pick-up F-150, il cavallo di battaglia della Casa dell’Ovale nella crescente competizione fra i veicoli a batteria.

Il giorno successivo, giovedì 20 maggio, Ford ha annunciato la costituzione di un’alleanza con il produttore coreano di batterie SK Innovation, con il quale ha siglato una lettera d’intenti per dare vita a una joint venture, chiamata BlueOvalSK, che produrrà batterie negli Stati Uniti.

Secondo i programmi, BlueOvalSK produrrà ogni anno batterie per 60 gigawattora (Gwh) con la possibilità di espandere ulteriormente la produzione a partire dal 2025. La previsione di Ford è che dal 2030 i nuovi veicoli che usciranno dalle sue fabbriche in Usa avranno bisogno ogni anno di batterie per 140 Gwh, domanda che salirà a 240 Gwh considerando la produzione mondiale di Ford.

Sul fronte dei pick-up elettrici la sfida è aperta con Tesla, che dall’anno prossimo avrà sul mercato il suo Cybertruck, e con General Motors (NYSE:), che verso la fine del 2022 uscirà con il nuovo pick-up elettrico Hummer EV.

Delicatissimo il passaggio dell’F-150 all’elettrico: Ford si gioca una fetta enorme di ricavi.

A differenza dei concorrenti, che hanno disegnato e progettato veicoli completamente nuovi, l’F150 elettrico di Ford, chiamato Ligthning, è un adattamento del F150 con motore termico, che da quarant’anni è il veicolo più venduto negli Stati Uniti. Negli ultimi anni i veicoli della serie F hanno generato ricavi annuali per Ford di 42 miliardi di dollari, su un fatturato totale del gruppo di 140 miliardi. “Per noi è fondamentale che questo veicolo sia un successo”, ha detto Kumar Galhotra, presidente di Ford America.

Il Lightning ha lo stesso telaio, anche se rinforzato per sostenere il peso della batteria (590 kg), e lo stesso abitacolo dell’F-150 a benzina. Questa scelta ha permesso a Ford di contenere i costi del Ligthning che verrà lanciato a un prezzo base di 40.000 dollari (10.000 dollari in più del modello a benzina), lo stesso prezzo del Cybertruck di Elon Musk, mentre l’Hummer di GM partirà da un prezzo base di 80.000 dollari.

Ford certamente cerca di sollecitare il sentimento di fedeltà dei suoi clienti, ma il passaggio all’elettrico è un’incognita da tutti i punti di vista. Dice il Ceo Jim Farley: “Guardo a questo veicolo come un test sul gradimento delle auto elettriche, osserveremo con attenzione come reagirà il mercato”.

Notizie accolte bene in Borsa: il titolo guadagna il 2%. Il parere degli analisti.

L’intenzione dichiarata è di guadagnare da subito sulla vendita di ciascun singolo F-150 elettrico. Il veicolo è azionato da due motori per una potenza complessiva di 563 cavalli e una capacità di traino di 4,5 tonnellate. I motori sono posizionati a metà del veicolo, per cui sotto il cofano è stato ricavato un gigantesco bagagliaio.
L’autonomia è di 230 miglia (370 km) nel modello base e sale a 300 miglia (480 km) nel modello con la batteria più potente. La Casa dell’Ovale ha già pensato a una serie di optional (compresa la bilancia nel piano di carico) che verranno raggruppati nel modello Lightning Platinum dal costo di 90.000 dollari.

L’annuncio dell’alleanza con SK Innovation e la presentazione dell’F-150 elettrico sono stati accolti bene a Wall Street dove giovedì a metà seduta Ford guadagna il 2% a 12,36 dollari. Dall’inizio dell’anno il titolo della Casa dell’Ovale segna un rialzo del 37%. Su 22 analisti che coprono il titolo, nove raccomandano di comprare e 10 hanno un giudizio neutrale. Solo tre consigliano di vendere. La media dei target price è 13,5 dollari.




Fonte

Related Articles

Lascia un Commento