Tesla: ancora un rinvio per Model S Plaid, l’auto dei sogni

da Giuseppe
0 commento

Musk sposta di una settimana al 10 giugno l’avvio delle consegne della nuova berlina super-sportiva: tre motori, 1.020 cavalli e una velocità di 320 km/h. La Borsa ci aveva scommesso e in cinque sedute il titolo è salito del 7%. Bank of America (NYSE:) taglia il target price

“L’auto di serie più veloce mai costruita”. Ma stenta a diventare realtà.

Messi da parte i e le altre criptovalute, Elon Musk nei giorni scorsi è tornato a parlare di auto con grande beneficio per le quotazioni di Tesla (NASDAQ:), che nelle ultime cinque sedute di Borsa ha guadagnato il 7,4% arrivando a 625 dollari. Il risveglio delle quotazioni è partito il 20 maggio, quando l’imprenditore ha finalmente annunciato la data di inizio delle consegne dell’attesissima Model S Plaid: il 3 giugno. Quello stesso giorno, aveva detto, ci sarà un grande evento nella fabbrica di Fremont, lo storico impianto di Tesla in California.

Plaid è la nuova versione della ben nota Model S, la berlina ammiraglia del gruppo, in produzione dal 2012. Si caratterizza per prestazioni da super-sportiva e Musk l’ha definita “l’auto di serie più veloce mai costruita”. Ha tre motori elettrici a trazione integrale rivestiti in carbonio, sospensioni pneumatiche adattive, una potenza complessiva di 1.020 CV e una velocità massima di 320 km/h con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 2 secondi. L’autonomia dichiarata è di 628 km. Il tutto per un prezzo base di 120.000 dollari (in Italia 120.000 euro). Fantastica.

Musk, mago della comunicazione, si appella alla “risonanza limbica”.

Peccato che la data è sbagliata. Con il solito tweet, sabato 29 maggio Musk ha annunciato il rinvio del fatidico appuntamento al 10 giugno. “Ha bisogno ancora di una settimana di ritocchi”, ha scritto. “Quest’auto sembra un’astronave, le parole non possono descrivere la risonanza limbica”.

Risonanza limbica? Secondo Psychology Today, il termine si riferisce allo “scambio energetico che avviene tra due persone che stanno interagendo in una relazione premurosa e sicura. La loro interazione stimola il rilascio di alcune sostanze neurochimiche nella regione limbica del cervello”.

Model S Plaid è l’auto dei sogni, il veicolo con cui Musk vuole competere con la Porsche Taycan, l’Audi E-tron e la Mercedes EQS, ma sta facendo una fatica tremenda a diventare un oggetto concreto di questa Terra.

Tesla (NASDAQ:) annunciò per la prima volta l’arrivo della Plaid all’evento Battery Day del settembre 2019, dicendo che la produzione sarebbe iniziata da lì a un anno. Intanto, con la ben nota abilità comunicativa ogni tanto faceva trapelare dettagli della nuova vettura, come l’impianto audio con 22 altoparlanti o la possibilità di scegliere fra un volante tradizionale o quello a forma di cloche d’aereo.

Con il recupero di settimana scorsa, il titolo ora è solo a -10% dall’inizio dell’anno.

A gennaio 2021 Musk annunciava che la produzione del nuovo modello era già avviata e che le prime consegne sarebbero iniziate a febbraio. Salvo correggersi in aprile, dicendo che nel primo trimestre Tesla non aveva fabbricato neanche una Model S. La cosa straordinaria è che, per quanto frustrati, i clienti che hanno prenotato il nuovo modello non rinunciano e attendono con pazienza.

Gli analisti si aspettano che la Model S Plaid dia una forte spinta alle vendite di Tesla nel secondo trimestre. TrueCar, sito americano specializzato nella consulenza per l’acquisto di auto, stima che a maggio negli Usa le nuove auto vendute siano state 1.379.000, in crescita del 2% su aprile e del 35% sullo stesso mese del 2020. Per Tesla prevede un aumento delle vendite del 21% a 20.150 veicoli, per Bmw un aumento del 15% a 37mila veicoli e per Mercedes un incremento del 23% a 25.800 veicoli. Ford e GM dovrebbero accusare cali rispettivamente del 17% e del 12%.

Intanto in Borsa Tesla, con il recupero di settimana scorsa, ha ridotto il calo dall’inizio dell’anno a -10%. Negli ultimi giorni Wells Fargo (NYSE:) ha avviato la copertura sul titolo con raccomandazione Equal Weight e target price a 590 dollari. Bank of America ha tagliato il suo target price a 700 dollari da 900 dollari, confermando il giudizio Neutral. La media dei target price adesso è 663 dollari.




Fonte

Related Articles

Lascia un Commento