Apple, Cina e Lockdown: riaffiorano vecchi timori

da Giuseppe
0 commento

La recente ondata di casi di Covid in Cina minaccia di danneggiare le vendite di telefoni nel più grande mercato di smartphone del mondo se non viene contenuta. Tuttavia, secondo gli analisti, il colosso statunitense Apple (NASDAQ:) potrebbe ancora reggere bene.

Mercoledì, la Cina ha riportato più di 20.000 infezioni da Covid, la maggior parte nella mega città di Shanghai. Le autorità hanno imposto rigide misure di blocco in città, minacciando la logistica e la spesa dei consumatori. Neil Mawston, direttore esecutivo di Strategy Analytics, prevede un calo del 20% su base annua nel secondo trimestre per le spedizioni di smartphone. Neil Shah, partner di Counterpoint Research, ha detto che le vendite di smartphone per aprile e maggio potrebbero scendere dal 12% al 13% su base annua.

Le vendite potrebbero invece aumentare a giugno a causa di un enorme evento di saldi e soprattutto quando il Covid si attenuerà.

Ciò potrebbe far scendere le vendite di smartphone in Cina dal 3% al 4%, ha affermato Shah. Se la situazione Covid continua, tuttavia, il mercato potrebbe scendere fino al 12% su base annua, ha aggiunto. Le spedizioni di smartphone potrebbero diminuire di circa il 3,4% su base annua nel secondo trimestre, ha previsto Will Wong, responsabile della ricerca presso IDC.
“L’impatto dovrebbe derivare principalmente dalla debole domanda e dal sentimento dei consumatori causati dall’epidemia di Covid e dal rallentamento dello slancio economico”, ha detto Wong. “Le interruzioni dell’approvvigionamento saranno un fattore meno preoccupante poiché le bolle della fabbrica e l’esperienza del governo nel frenare l’epidemia potrebbero aiutare a mitigare l’impatto”.
A marzo, l’assemblatore di Apple – Foxconn – ha dovuto chiudere brevemente uno dei suoi principali stabilimenti a Shenzhen a causa del Covid. Durante le epidemie di Covid, la Cina ha tentato di mantenere le fabbriche in funzione il più possibile per ridurre le interruzioni.


Fonte

Related Articles

Lascia un Commento