Costi batterie al litio in aumento: per quanti anni ancora?

da Giuseppe
0 commento

I prezzi delle batterie al litio sono aumentati nel 2022 e potrebbe continuare ad aumentare in futuro, rallentando la diffusione delle auto elettriche

Il passaggio ad una mobilità a zero emissioni è oramai stato avviato ma la diffusione delle auto elettriche potrebbe essere rallentata dai prezzi delle batterie al litio. Il costo di questo componente è, infatti, un parametro fondamentale per poter rendere più accessibile la mobilità elettrica e, quindi, aumentare la diffusione delle auto a zero emissioni. I dati forniti da Bloomberg certificano un aumento del prezzo medio delle batterie al litio nel 2022. Si tratta di un’inversione di tendenza rispetto a quanto registrato negli ultimi anni e, chiaramente, dovuta al particolare contesto geo-politico attuale. Questa crescita potrebbe allontanare il raggiungimento degli obiettivi di elettrificazione, in particolare in Europa, dove è già stato fissato lo stop alla vendita di benzina e diesel ma c’è ancora carenza sia di infrastrutture di ricarica che di impianti di produzione di batterie. Ecco i numeri rilasciati da Bloomberg sulla questione.


IL PREZZO DELLE BATTERIE AL LITIO È AUMENTATO NEL 2022

Secondo l’analisi di Bloomberg, il prezzo medio dei pacchi di batterie a ioni litio, su scala globale, ha fatto registrare un incremento nel corso del 2022. In particolare, rispetto al 2021, si è registrato un aumento del +7% che rappresenta un dato in netta contro-tendenza rispetto al passato. Il prezzo medio del 2022 risulta essere pari a 151 dollari per kWh mentre lo scorso anno era stato rilevato un prezzo medio di 141 dollari al kWh. Per registrare un valore così elevato è necessario tornare al 2019 quando il prezzo medio globale era pari a 172 dollari al kWh. Da notare, però, che il dato de 151 dollari al kWh è da considerare un valore medio tra i vari settori che utilizzano questo tipo di batterie. Per le auto elettriche, infatti, viene rilevato un prezzo medio di 138 dollari per kWh. Il grafico qui di sotto mostra l’andamento del prezzo globale delle batterie al litio nel corso degli ultimi anni. Nel corso degli ultimi 10 anni il calo è stato notevole. Nel 2013, infatti, il prezzo era di 732 dollari per kWh. Come vedremo di seguito, questo calo non è ancora sufficiente per garantire il raggiungimento degli obiettivi di elettrificazione.

IL PREZZO DELLE BATTERIE AL LITIO CONTINUERA’ AD AUMENTARE?

Un ulteriore incremento del prezzo delle batterie al litio potrebbe rappresentare un brusco stop ai programmi di elettrificazione. Per le previsioni future, è possibile fare riferimento alle stime di BloombergNEF che ha elaborato il report relativo all’andamento dei prezzi delle batterie nel corso del 2022. Secondo tali stime, infatti, nel 2023 dovrebbe registrarsi un leggero aumento di prezzo con un dato atteso di 152 dollari per kWh. Una nuova inversione di tendenza, invece, arriverà, stando agli analisti, non prima del 2024. Per il prossimo anno, quindi, il mercato delle auto elettriche dovrà fare i conti con quotazioni elevate per quanto riguarda il prezzo delle batterie al litio. Tale prezzo potrebbe poi calare grazie ad un aumento della produzione globale di litio. Da notare che, alla base della crescita registrata in questi mesi, c’è l’aumento del costo delle materie prime come lo stesso litio oltre al nichel, schizzato alle stelle a causa della guerra in Ucraina.

QUALI SONO LE STIME PER I PREZZI DELLE BATTERIE AL LITIO PER AUTO ELETTRICHE?

Gli analisti di Bloomberg non forniscono stime precise in merito al prezzo futuro delle batterie al litio. C’è da segnalare, però, una revisione dell’andamento futuro di tale parametro, fondamentale per raggiungere gli obiettivi di elettrificazione. A seguito dell’aumento del 2022 (e del probabile ulteriore rincaro del 2023), infatti, gli analisti spostano al 2026 il raggiungimento della soglia dei 100 dollari al kWh. Secondo BNEF, tale soglia è da considerarsi come una “pietra miliare” per il futuro delle auto elettriche. Solo quando i prezzi delle batterie saranno scesi al di sotto di questa soglia, infatti, le auto elettriche potranno diventare più competitivi permettendo una sostanziale accelerazione della diffusione dei modelli a zero emissioni. L’aumento dei prezzi del 2022 ha costretto gli analisti a rivedere i programmi. In precedenza, infatti, il target dei 100 dollari per kWh era stato fissato per il 2024. L’inversione di tendenza del 2022 ha allontanato di due anni il raggiungimento di questo punto critico. Un ulteriore aumento nel 2023 (superiore alle stime) potrebbe allontanare ulteriormente il target.

LE BATTERIE AL LITIO SONO UN COMPONENTE FONDAMENTALE PER L’ELETTRIFICAZIONE DEL SETTORE AUTO

La strada per l’elettrificazione del settore auto è stata segnata (soprattutto in Europa). Il calo del prezzo per kWh di capacità delle batterie al litio resta un fattore decisivo per poter garantire il proseguito del programma di azzeramento delle emissioni di CO2 grazie alla crescita della diffusione delle auto elettriche. In tal senso, i prossimi anni saranno fondamentali. Per il settore delle batterie ci sono diverse sfide all’orizzonte. La dipendenza dalla Cina resta un tema fondamentale in tal senso. Secondo una stima, infatti, potrebbe essere necessario attendere fino al 2030 per eliminare questa dipendenza. Nel frattempo, però, la Top 10 dei produttori di batterie è dominata da costruttori cinesi. C’è poi la questione della sicurezza delle batterie al litio, un tema sempre di grande attualità. I prossimi anni, quindi, saranno fondamentali per valutare l’evoluzione del settore, considerando sia l’andamento dei prezzi che tutte le altre tematiche legate alla produzione e alla diffusione delle batterie.


Fonte

Related Articles

Lascia un Commento