La tenaglia della Fed (E cosa significa per te)

da Giuseppe
0 commento

Dal 2008, il mondo è entrato in un’epoca di stampa di denaro senza precedenti e soppressione dei tassi di interesse. 

Ora la punizione per tutti quei “soldi facili” sta arrivando. 

Lo stiamo pagando attraverso l’inflazione senza freni e ora anche attraverso un’economia in bolla che si sgonfia mentre la Fed cerca di rimediare.

Infatti, sulla scia della crisi finanziaria, la Federal Reserve, la BCE e altre banche centrali a livello globale hanno spinto i tassi di interesse a zero e li hanno tenuti lì per anni. 

Hanno anche eseguito cicli di QE, pompando trilioni di dollari di denaro appena creato nei mercati. 

La Fed ha cercato di “normalizzare” la politica monetaria aumentando i tassi e riducendo il suo bilancio nel 2018, ma si è trovata costretta ad interrompere quel tentativo quando le bolle create da un decennio di denaro facile hanno iniziato a perdere aria.

Negli ultimi due anni, la banca centrale americana ha ampliato il suo bilancio di quasi 5 trilioni di dollari e ha inondato l’economia con soldi creati dal niente. 

Anche la BCE ha seguito a ruota di collo lo stesso approccio.

Dopo il 2008 si sono create bolle di dimensioni mai viste prima d’ora.

Ora la Fed sta cercando di combattere l’inevitabile inflazione. 

In poche parole, ciò che la Fed dà, la Fed toglie.

Uno dei fenomeni più evidenti è nel mercato immobiliare, poiché è uno dei segmenti più sensibili ai tassi di interesse. 

In alcuni mercati durante il boom indotto dalla Fed, i prezzi delle case sono aumentati del 50% e del 60%. 

Ma ora la bolla si sta sgonfiando. Anno su anno, le vendite di case esistenti sono crollate di più del 35%. 

Il denaro facile è arrivato anche nei posti più assurdi, come il mercato delle Criptovalute . 

Ora anche questa bolla è scoppiata, come il nostro team aveva avvisato per tempo.

Un anno fa, la capitalizzazione di mercato nel settore delle criptovalute ha raggiunto 3 trilioni di dollari. 

Ma da allora, il settore è in caduta libera. 

Quando la Fed ha iniziato ad aumentare i tassi e a ridurre il suo bilancio, il tutto è esploso.

Nel mentre, chi ci segue ha continuato ad ottenere buoni risultati grazie alla focalizzazione.

Ma la bolla più visibile è esplosa proprio in borsa.

Nell’ultimo decennio, abbiamo visto un’ondata di IPO folli. 

Le azioni di tante aziende erano andate nella stratosfera. 

Tutti i principali indici del mercato azionario sono aumentati a livelli record. 

Agli occhi di un investitore preparato però, era chiaro che i “fondamentali” di questo boom del mercato azionario fossero il denaro facile e la mania speculativa.

Ora che la Fed è passata a una politica monetaria più restrittiva, l’aria sta uscendo dal mercato azionario. 

Alcune delle azioni più speculative sono crollate del 70-90%. 

Le famose big hanno registrato cali terrificanti. 

E ora, con il QT e tassi di interesse in aumento, il circo sta cadendo a pezzi. 

Molte di queste “startup” finiranno in bancarotta, alcune l’hanno già fatto. 

Ma questa situazione si trascinerà per alcuni anni perché ci sono ancora così tanti soldi “stupidi” in giro, e le persone stanno ancora comprando a caso azioni per cercare di farsi dei soldi facili sfruttando il “dip”. 

L’unico modo per mantenere gonfie le bolle è che la Fed torni accomodante. 

Ma questo significa più inflazione dei prezzi. 

Ciò mette la Fed in una tenaglia. 

Può rimanere ferma nella sua lotta contro l’inflazione e lasciare che tutte le bolle si sgonfino… (Portando una brutta recessione)

Oppure può invertire la rotta e cercare di salvare l’economia della bolla, spingendo l’inflazione alle stelle. 

In entrambi i casi, l’outcome non sarà nulla di buono.


Fonte

Related Articles

Lascia un Commento